fbpx

Come Zoom protegge privacy e sicurezza degli utenti

Informazioni tradotte dalla pagina Privacy e Security del sito Zoom.us


Zoom mette al primo posto la privacy e la sicurezza di tutti gli utenti. Qui troverai le informazioni sulle risorse e le funzionalità attraverso cui Zoom tiene al sicuro i tuoi dati e protegge la tua privacy.

La sicurezza delle video conferenze su Zoom inizia prima del tuo evento con uno specifico set di funzionalità.

  • Sale d’attesa (Waiting room): gli amministratori della piattaforma possono imporre sale di attesa a livello di account, gruppo o singolo utente. E’ possibile richiedere le sale di attesa per tutti i partecipanti o solo per gli ospiti non inclusi nel tuo account. Se invece la sala di attesa è facoltativa e non obbligatoria, gli organizzatori delle video conferenze possono in ogni caso decidere di abilitare le sale d'attesa direttamente dal menu " “impostazioni” del loro profilo Zoom.
  • Password: le password possono essere impostate per la singola video conferenza o possono essere abilitate a livello di utente, gruppo o account per tutti i webinar /video conferenze. I proprietari degli account e gli amministratori possono altresì bloccare le impostazioni della password, per poter richiedere password per tutte le riunioni e i webinar sul proprio account.
  • Registrazione e partecipazione con il dominio e-mail: alle video conferenze in cui è richiesto di registrarsi con un account zoom possono partecipare solo gli utenti già registrati . Questi ultimi possono inoltre verificare che il loro indirizzo e-mail sia presente in un elenco predefinito che permetta loro di partecipare con quel dominio.

 

Impostazioni di sicurezza durante la video conferenza.
Zoom ha sempre a portata di mano gli strumenti necessari per garantire che le riunioni siano sicure e senza interruzioni.

  • Opzioni di sicurezza nella barra degli strumenti: chi amministra le video conferenze dispone di un'icona di sicurezza nella barra degli strumenti che consente un rapido accesso ai controlli di sicurezza essenziali durante le video conferenze.
  • Blocca l'accesso alla video conferenza: quando un organizzatore blocca una riunione su Zoom già avviata, nessun nuovo partecipante può partecipare, anche se ha il codice identificativo (ID) e la password della riunione (se ne era stata prevista una).
  • Mettere in attesa un partecipante: è possibile mettere in attesa un partecipante, in questo modo le sue connessioni video e audio verranno temporaneamente disabilitate.
  • Rimuovi partecipanti: dal menu “Partecipanti (Partecipants)”, è possibile passare con il mouse sul nome di un partecipante per visualizzare diverse opzioni, tra cui è presente "rimuovi (remove partecipant)".
  • Segnala un utente: organizzatori e co-organizzatori possono segnalare gli utenti al team dedicato alla sicurezza di Zoom “Trust & Safety” che esaminerà qualsiasi potenziale uso improprio della piattaforma e intraprenderà le azioni appropriate.
  • Disabilita video: gli amministratori possono disattivare il video di un utente laddove necessario. Ciò consentirà agli organizzatori della video conferenza di bloccare azioni indesiderate, dovute alla distrazione o inappropriate.
  • Disattiva l'audio: gli amministratori possono disattivare / riattivare l'audio dei singoli partecipanti oppure agire su tutti contemporaneamente. Gli amministratori possono eliminare in questo modo rumori di fondo indesiderati o audio inappropriati degli altri partecipanti. È possibile anche abilitare l’opzione “disattiva audio all'entrata” nelle impostazioni, scelta particolarmente indicata in caso di video conferenze con molti partecipanti.
  • Disattiva la funzione di trasferimento file: il trasferimento di file nella riunione consente alle persone di condividere i file tramite la chat della riunione, è possibile disattivare questa funzione dalle impostazioni di Zoom.
  • Disattiva la funzione di annotazione: è possibile disabilitare la funzione di annotazione nelle impostazioni di Zoom per impedire alle persone di scrivere su tutte le schermate.
    Proteggi i tuoi dati

 

Ci stai affidando i tuoi dati e consideriamo preziose le tue informazioni, per questo ce ne prendiamo molta cura al fine di garantire che siano custodite al sicuro in ogni momento.

  • Crittografia: la protezione del contenuto dell'evento avviene crittografando il video della sessione, l'audio e la condivisione dello schermo. Ogni contenuto è protetto con il sistema “Advanced Encryption Standard (AES) 256, utilizzando una chiave singola per quella sessione specifica quando si utilizza un client Zoom.
  • Firme audio: questa funzione incorpora le informazioni personali di un utente nell'audio come filigrana non udibile se è attiva la registrazione durante una video conferenza. In questo modo, se il file audio è condiviso senza autorizzazione, Zoom può aiutare a identificare quale partecipante ha registrato la video conferenza.
  • Schermate con filigrana: questa funzione sovrappone un'immagine, costituita da una parte dell'indirizzo e-mail di un partecipante alla video conferenza, al contenuto condiviso che sta visualizzando e al video della persona che sta condividendo il proprio schermo.
  • Salvataggio della registrazione in locale: le registrazioni archiviate localmente sul dispositivo dell'organizzatore possono essere crittografate ,se lo si desidera, utilizzando vari strumenti gratuiti o disponibili in commercio.
  • Archiviazione su cloud: le registrazioni su cloud vengono elaborate e archiviate nel cloud di Zoom al termine della riunione; queste registrazioni possono essere protette da password o risultare disponibili solo per gli organizzatori. Se un organizzatore consente sia la registrazione su cloud sia le trascrizioni audio durante una video conferenza, entrambi verranno archiviati crittografati.
  • Archiviazione e trasferimento file: se un organizzatore consente il trasferimento di file tramite chat durante la video conferenza, i file condivisi verranno archiviati crittografati e verranno eliminati entro 31 giorni dalla video conferenza.
  • Accesso alla registrazione in cloud: l'accesso alla registrazione della video conferenza è limitato all'amministratore della video conferenza e dell'account. L'organizzatore della video conferenza / webinar autorizza gli altri ad accedere alla registrazione scegliendo tra diverse opzioni utili per condividere i contenuti in modo da renderli pubblici o per renderli accessibili solo per uso interno. Esiste inoltre la possibilità di abilitare / disabilitare la possibilità di scaricare la registrazione e vi è un'opzione specifica per poter proteggere con password la registrazione.

 

Certificazioni di sicurezza e privacy
Zoom è certificato da molte organizzazioni dedicate alla sicurezza per eccellenza.
SOC 2 (Type II)
FedRAMP (Moderate)
GDPR, CCPA, COPPA, FERPA and HIPAA Compliant (with BAA)
Privacy Shield Certified (EU/US, Swiss/US, Data Privacy Practices)
TrustArc Certified Privacy Practices and Statements

 

Garantire la privacy
Zoom prende molto sul serio la tua privacy e raccoglie solo i dati delle persone che utilizzano la piattaforma Zoom che sono strettamente necessari per fornire il servizio e garantire che questo venga erogato in modo efficace. Vedi le informazioni relative alla nostra politica sulla privacy cliccando qui .

  • Autenticazione: Zoom offre una gamma di metodi di autenticazione come SAML, Google Sign-in e accesso tramite Facebook e / o altri metodi basati su password che possono essere abilitati / disabilitati individualmente per l’account.
  • Autenticazione a 2 fattori: gli amministratori possono abilitare 2FA (autenticazione a due fattori) per gli utenti, richiedendo loro di configurare e utilizzare 2FA per accedere al portale Web Zoom.
  • Anteprima video: prima di partecipare ad una video conferenza, è possibile visualizzare l'anteprima del video e selezionare uno sfondo virtuale oppure decidere di partecipare senza condividere la propria immagine tramite video.
  • Consenso dei partecipanti per la registrazione: gli amministratori dell'account o gli organizzatori di video conferenze possono richiedere che tutte le registrazioni delle stesse siano accompagnate da un avviso a comparsa ai partecipanti atto ad indicare che è in corso una registrazione esplicitando inoltre che sarà presente un indicatore visivo per tutto il tempo in cui la registrazione sarà attiva.
  • Rilevamento dell'attenzione rimosso: Zoom ha recentemente rimosso l'opzione che era stata pensata per la formazione dei professionisti come strumento per monitorare se i partecipanti erano attivi durante una riunione.
  • Informazioni tecniche di base dei partecipanti alla riunione: alcune informazioni (come l'indirizzo IP dell'utente, i dettagli del sistema operativo e i dettagli del dispositivo) vengono raccolte per la risoluzione dei problemi e le segnalazioni dell’amministratore.
  • Zoom memorizza le informazioni di base: si tratta di informazioni del profilo dell'account utente, tra cui: indirizzo e-mail, password utente, nome e cognome. Il nome dell'azienda, il numero di telefono e le foto del profilo sono tutti dati facoltativi che l’utente può scegliere se fornire oppure no.

 

Zoom non ha mai avuto, e non ha intenzioni future in questo senso, di vendere le tue informazioni agli inserzionisti.
Zoom non monitora le video conferenze o i contenuti delle stesse.
Zoom è conforme a tutte le leggi, norme e regolamenti sulla privacy applicabili nelle giurisdizioni in cui opera, inclusi GDPR e CCPA.