fbpx

D. M. 15/07/2003, n. 388 - Regolamento recante disposizioni sul pronto soccorso aziendale

CLASSIFICAZIONE DELLE AZIENDE

Le aziende ovvero le unità produttive sono classificate, tenuto conto della tipologia di attività svolta, del numero dei lavoratori occupati e dei fattori di rischio, in tre gruppi:

Gruppo A

  • Aziende o unità produttive con attività industriali, soggette all'obbligo di dichiarazione o notifica, di cui all'articolo 2, del decreto legislativo 17 agosto 1999, n. 334, centrali termoelettriche, impianti e laboratori nucleari di cui agli articoli 7, 28 e 33 del decreto legislativo 17 marzo 1995, n. 230, aziende estrattive ed altre attività minerarie definite dal decreto legislativo 25 novembre 1996, n. 624, lavori in sotterraneo di cui al decreto del Presidente della Repubblica 20 marzo 1956, n. 320, aziende per la fabbricazione di esplosivi, polveri e munizioni;
  • Aziende o unità produttive con oltre cinque lavoratori appartenenti o riconducibili ai gruppi tariffari INAIL con indice infortunistico di inabilità permanente superiore a quattro, quali desumibili dalle statistiche nazionali INAIL relative al triennio precedente ed aggiornate al 31 dicembre di ciascun anno. Le predette statistiche nazionali INAIL sono pubblicate nella Gazzetta Ufficiale;
  • Aziende o unità produttive con oltre cinque lavoratori a tempo indeterminato del comparto dell'agricoltura.

Gruppo B

  • Aziende o unità produttive con tre o più lavoratori che non rientrano nel gruppo A.

Gruppo C

  • Aziende o unità produttive con meno di tre lavoratori che non rientrano nel gruppo A.

 

CONTENUTI MINIMI DELLA FORMAZIONE

Addetti di aziende del gruppo A

MODULO A

  • Allertare il sistema di soccorso
  • Riconoscere un’emergenza sanitaria
  • Accertamento delle condizioni psicofisiche del lavoratore infortunato:
  • Attuare gli interventi di primo soccorso Sostenimento delle funzioni vitali:
  • Riconoscimento e limiti d'intervento di primo Soccorso

MODULO B

  • Acquisire conoscenze generali sui traumi in ambiente di lavoro
  • Acquisire conoscenze generali sulle patologie specifiche in ambiente di lavoro

MODULO C

  • Acquisire capacità di intervento pratico

 

Addetti di aziende del gruppo B e C

MODULO A

  • Allertare il sistema di soccorso
  • Riconoscere un’emergenza sanitaria
  • Attuare gli interventi di primo soccorso

MODULO B

  • Acquisire conoscenze generali sui traumi in ambiente di lavoro
  • Acquisire conoscenze generali sulle patologie specifiche in ambiente di lavoro

MODULO C

  • Acquisire capacità di intervento pratico

 

E' ora di rientrare in classe: prevenire COVID-19 nella scuola e nella formazione

Mini-Corsi di formazione in videoconferenza per il personale scolastico e i professionisti della formazione,

per assolvere agli obblighi di legge e affrontare con consapevolezza la sfida che ci aspetta.

Coronavirus e scuola

Sono sicuramente molte le domande che si pongono i lavoratori della didattica (personale scolastico, insegnanti di lingue e informatica in scuole e istituzioni private, formatori professionisti...) che dopo questa difficile estate rientreranno nelle loro classi e dovranno fare i conti con le limitazioni poste dall'emergenza COVID-19.

Synergica vuole aiutarli a trovare le risposte necessarie a garantire un rientro al lavoro in sicurezza per tutti.

Leggi tutto

Protezione da scariche atmosferiche e messa a terra impianti. Modifiche al D.P.R. 462/2001!

 

Protezione da scariche atmosferiche e messa a terra impianti. Modifiche al D.P.R. 462/2001!
Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del Decreto Legge 30 dicembre 2019, n. 162 (G.U. n. 305 del 31/12/2019), sono state introdotte alcune modifiche al D.P.R. 462/2001 (“Regolamento di semplificazione del procedimento per la denuncia di installazioni e dispositivi di protezione contro le scariche atmosferiche, di dispositivi di messa a terra di impianti elettrici e di impianti elettrici pericolosi”). Le modifiche, introdotte dall’art. 36 del Decreto Legge e che di fatto hanno inserito l’art. 7-bis al D.P.R. 4626/01, sono di seguito riassunte:

  1. obbligo di predisposizione, da parte dell’INAIL, di un sistema informatico per la raccolta dei dati relative alle verifiche di cui al DPR 462/01. Tale sistema dovrà essere utilizzato dai datori di lavoro per trasmettere il nominativo dell’organismo a cui ha affidato la verifica;
  2. Gli organismi incaricati della verifica verseranno una percentuale del 5% all’INAIL sulla tariffa prevista per le verifiche effettuate;
  3. Il tariffario delle verifiche è quello individuato dal decreto del presidente dell’ISPESL 7 luglio 2005 (G.U. n. 165 del 18 luglio 2005).

Infine, si segnala che il Decreto-Legge 30 dicembre 2019, n. 162 è entrato in vigore immediatamente dopo la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, quindi il 31 dicembre 2019, ma i suoi effetti sono provvisori dal momento che “decadono” se il Parlamento non li converte in legge entro 60 giorni dalla loro pubblicazione.

In attesa di sviluppi, per qualsiasi ulteriore informazione siamo a disposizione. Qui sotto trovate ai link i testi dei provvedimenti.

Testo del decreto legge n. 162

Testo del decreto presidente ISPESL - Tariffario

Attività soggette a conseguimento dell'idoneità tecnica - formazione antincendio

Riportiamo l'elenco dei luoghi di lavoro dove si svolgono attività a rischio antincendio medio ed elevato in cui è previsto che gli addetti antincendio svolgano l'esame presso i Vigili del Fuoco per il conseguimento dell'idoneità tecnica

Riferimenti Legislativi

  • DM 10/03/1998

Descrizione

ALLEGATO X del DM 10/03/1998 - Luoghi di lavoro ove si svolgono attività previste dall'art. 6, comma 3

Si riporta l'elenco dei luoghi di lavoro ove si svolgano attività per le quali, ai sensi dell'art. 6, comma 3, è previsto che i lavoratori incaricati dell'attuazione delle misure di prevenzione incendi, lotta antincendio e gestione delle emergenze, conseguano l'attestato di idoneità tecnica di cui all'art. 3 della legge 28/11/1996, n. 609;

  1. industrie e depositi di cui agli artt. 4 e 6 del DPR n. 175/88 e successive modifiche e integrazioni;

  2. fabbriche e depositi di esplosivi;

  3. centrali termoelettriche;

  4. impianti di estrazione di oli minerali e gas combustibili;

  5. impianti e laboratori nucleari;

  6. depositi al chiuso di materiali combustibili aventi superficie superiore a 10.000 m2;

  7. attività commerciali e/o espositive con superficie aperta al pubblico superiore a 5.000 m2

  8. aeroporti, infrastrutture ferroviarie e metropolitane;

  9. alberghi con oltre 100 posti letto;

  10. ospedali, case di cura e case di ricovero per anziani;

  11. scuole di ogni ordine e grado con oltre 300 persone presenti;

  12. uffici con oltre 500 dipendenti;

  13. locali di spettacolo e trattenimento con capienza superiore a 100 posti;

  14. edifici pregevoli per arte e storia, sottoposti alla vigilanza dello stato ai sensi del rd 7/11/42 n. 1564, adibiti a musei, gallerie, collezioni, biblioteche, archivi, con superficie aperta al pubblico superiore a 1.000 m2q;

  15. cantieri temporanei o mobili in sotterraneo per la costruzione, manutenzione e riparazione di gallerie, caverne, pozzi e opere simili di lunghezza superiore a 50 m.;

  16. cantieri temporanei o mobili che impiegano esplosivi.

NOTA:

Art. 6 del DM 10/03/1998

Designazione degli addetti al servizio antincendio

  1. All'esito della valutazione dei rischi d'incendio e sulla base del piano di emergenza, qualora previsto, il datore di lavoro designa uno o più lavoratori incaricati dell'attuazione delle misure di prevenzione incendi, lotta antincendio e gestione delle emergenze, ai sensi dell'articolo 4, comma 5, lettera a), del decreto legislativo n. 626/1994, o se stesso nei casi previsti dall'articolo 10 del decreto suddetto.

  2. I lavoratori designati devono frequentare il corso di formazione di cui al successivo art. 7.

  3. I lavoratori designati ai sensi del comma 1, nei luoghi di lavoro ove si svolgono le attività riportate nell'allegato X, devono conseguire l'attestato di idoneità tecnica di cui all'articolo 3 della legge 28 novembre 1996, n. 609

  4. Fermo restando l'obbligo di cui al comma precedente, qualora il datore di lavoro ritenga necessario che l'idoneità tecnica del personale di cui al comma 1 sia comprovata da apposita attestazione, la stessa dovrà essere acquisita esclusivamente secondo le procedure di cui all'articolo 3 della legge 28/11/96, 609.

Alta qualità a prezzi sostenibili!

Ancora una volta siamo riusciti a diminuire il prezzo di alcuni dei ns. corsi di formazione!

Come siamo riusciti a ridurre ancora una volta le quote di iscrizione?

La situazione non nasconde alcun mistero. Se avete un po’ di pazienza in pochi semplici punti vi spiegheremo come.

I CORSI HANNO UN GROSSO RISCONTRO
Preferiamo offrire a tante persone i corsi a un prezzo accessibile, piuttosto che puntare ad un maggior guadagno con prezzi più elevati. Così facendo riusciamo a far partire praticamente sempre i corsi in calendario e possiamo quindi coprire le spese e ottenere comunque un margine di ricavo che sostiene le nostre attività. I nostri numeri danno ragione a queste scelte: siamo infatti riusciti ad incrementare i lavoratori formati nei nostri corsi del 160% (passando da 3.500 a 5.600 persone all’anno).

TEAM AFFIATATO E ORGANIZZATO CON ESPERIENZA VENTENNALE
Ogni azienda ha i suoi bisogni che vanno analizzati per costruire un piano formativo adeguato.
La nostra responsabile formazione e il suo giovane e motivato team di collaboratori sono ogni giorno a contatto dal 1998 con le più svariate richieste da parte dei clienti e sempre al passo con l’evolversi della normativa e del mercato. Questo permette di costruire dei percorsi personalizzati per soddisfare le specifiche necessità di ognuno, tramite corsi in aula presso la sede del cliente, nelle aule didattiche di Synergica dislocate in tutto il Friuli Venezia Giulia, in e-learning laddove previsto dalla normativa, in lingua italiana o in inglese.

INVESTIAMO IN NUOVE TECNOLOGIE PER MIGLIORARE LA GESTIONE E RIDURRE I TEMPI
Avere gli strumenti adatti per rendere efficiente il proprio lavoro, e mantenerli tali: per noi questa è una priorità. Investiamo nell’utilizzo di strumenti informatici innovativi, che ci aiutano a gestire in maniera organizzata ed efficiente il lavoro, con conseguente risparmio di tempo e riduzione dei margini di errore.

Leggi tutto